giovedì 20 novembre 2014

Lettera di una figlia a una madre



Quanto ti passano sotto gli occhi queste parole, non puoi volgere lo sguardo, ti rimangono dentro, forti, pesanti, graffianti. E anche se il mio blog tratta i temi sempre con leggerezza, non potevo non pubblicare, per far circolare queste importanti parole di una figlia, Reyaneh condannata alla pena di morte, a una madre che ha perso la propria figlia perchè giustiziata per aver ucciso il suo stupratore.

Qui, le sue parole.


Cara Shole,
oggi ho appreso che e’ arrivato il mio turno di affrontare la Qisas (la legge del taglione del regime ndr). Mi sento ferita, perché non mi avevi detto che sono arrivata all’ultima pagina del libro della mia vita. Non pensi che dovrei saperlo? Non sai quanto mi vergogno per la tua tristezza. Perché non mi hai dato la possibilità di baciare la tua mano e quella di papà?

Il mondo mi ha permesso di vivere fino a 19 anni. Quella notte fatale avrei dovuto essere uccisa. Il mio corpo sarebbe stato gettato in un qualche angolo della città e, dopo qualche giorno, la polizia ti avrebbe portata all’obitorio per identificare il mio cadavere, e avresti appreso anche che ero stata stuprata. L’assassino non sarebbe mai stato trovato poiché noi non godiamo della loro ricchezza e del loro potere. E poi avresti continuato la tua vita nel dolore e nella vergogna, e un paio di anni dopo saresti morta per questa sofferenza, e sarebbe finita così.
Ma a causa di quel colpo maledetto la storia è cambiata. Il mio corpo non è stato gettato via, ma nella fossa della prigione di Evin e nelle sue celle di isolamento e ora in questo carcere-tomba di Shahr-e Ray. Ma non vacillare di fronte al destino e non ti lamentare. Sai bene che la morte non è la fine della vita.

Mi hai insegnato che veniamo al mondo per fare esperienza e per imparare una lezione, e che ogni nascita porta con sé una responsabilità. Ho imparato che a volte bisogna combattere. Mi ricordo quando mi dicesti che l’uomo che conduceva la vettura aveva protestato contro l’uomo che mi stava frustando, ma quest’ultimo ha colpito l’altro con la frusta sulla testa e sul volto, causandone alla fine la morte. Sei stata tu a insegnarmi che bisogna perseverare, anche fino alla morte, per i valori.

Ci hai insegnato andando a scuola ad essere delle signore di fronte alle liti e alle lamentele. Ti ricordi quanto hai influenzato il modo in cui ci comportiamo? La tua esperienza però è sbagliata. Quando l’incidente è avvenuto, le cose che avevo imparato non mi sono servite. Quando sono apparsa in corte, agli occhi della gente sembravo un’assassina a sangue freddo e una criminale senza scrupoli. Non ho versato lacrime, non ho supplicato nessuno.  Non ho cercato di piangere fino a perdere la testa, perché confidavo nella legge.

Ma sono stata incriminata per indifferenza di fronte ad un crimine. Vedi, non ho ucciso mai nemmeno le zanzare e gettavo fuori gli scarafaggi prendendoli per le antenne. Ora sono colpevole di omicidio premeditato. Il mio trattamento degli animali è stato interpretato come un comportamento da ragazzo e il giudice non si è nemmeno preoccupato di considerate il fatto che, al tempo dell’incidente, avevo le unghie lunghe e laccate.

Quanto ero ottimista ad aspettarmi giustizia dai giudici! Il giudice non ha mai nemmeno menzionato che le mie mani non sono dure come quelle di un atleta o un pugile. E questo paese che tu mi hai insegnata ad amare non mi ha mai voluta, e nessuno mi ha appoggiata anche sotto i colpi dell’uomo che mi interrogava e piangevo e sentivo le parole più volgari. Quando ho rimosso da me stessa l’ultimo segno di bellezza, rasandomi i capelli, sono stata premiata con 11 giorni di isolamento.

Cara Shole, non piangere per quello che senti. Il primo giorno che nell’ufficio della polizia un agente anziano e non sposato mi ha colpita per via delle mie unghie, ho capito che la bellezza non è fatta per questi tempi.  La bellezza dell’aspetto, la bellezza dei pensieri e dei desideri, la bella calligrafia, la bellezza degli occhi e di una visione, e persino la bellezza di una voce piacevole.

Mia cara madre, il mio modo di pensare è cambiato e tu non sei responsabile. Le mie parole sono senza fine e le darò a qualcuno in modo che quando sarò impiccata senza la tua presenza e senza che io lo sappia, ti verranno consegnate. Ti lascio queste parole come eredità.
Comunque, prima della mia morte, voglio qualcosa da te e ti chiedo di realizzare questa richiesta con tutte le tue forze e tutti i tuoi mezzi. Infatti, è la sola cosa che voglio dal mondo, da questo paese e da te. So che hai bisogno di tempo per questo. Per questo ti dirò questa parte del mio testamento per prima. Per favore non piangere e ascolta. Voglio che tu vada in tribunale e presenti la mia richiesta. Non posso scrivere questa lettera dall’interno della prigione con l’approvazione delle autorità, perciò ancora una volta dovrai soffrire per causa mia.  È la sola cosa per cui, anche se tu dovessi supplicarli, non mi arrabbierei – anche se ti ho detto molte volte di non supplicarli per salvarmi dalla forca.

Mia buona madre, cara Shole, più cara a me della mia stessa vita, non voglio marcire sottoterra. Non voglio che i miei occhi o il mio cuore giovane diventino polvere. Supplicali perché subito dopo la mia impiccagione, il mio cuore, i reni, gli occhi, le ossa e qualunque altra cosa possa essere trapiantata venga sottratta al mio corpo e donata a qualcuno che ne ha bisogno. Non voglio che sappiano il mio nome, che mi comprino un bouquet di fiori e nemmeno che preghino per me. Ti dico dal profondo del cuore che non voglio che ci sia una tomba dove tu andrai a piangere e soffrire.  Non voglio che tu indossi abiti scuri per me. Fai del tuo meglio per dimenticare i miei giorni difficili. Lascia che il vento mi porti via.

Il mondo non ci ama. Non voleva il mio destino. E adesso sto cedendo e sto abbracciando la morte. Perché nel tribunale di Dio incriminerò gli ispettori, l’ispettore Shamlou, il giudice, i giudici della Corte suprema che mi hanno colpita quando ero sveglia e non hanno smesso di abusare di me. Nel tribunale del creatore accuserò il dottor  Farvandi, e Qassem Shabani e tutti coloro che per ignoranza o menzogna mi hanno tradita e hanno calpestato i miei diritti.
Cara Shole dal cuore d’oro, nell’altro mondo siamo io e te gli accusatori e loro sono gli imputati. Vediamo quel che vuole Dio. Io avrei voluto abbracciarti fino alla morte. Ti voglio bene.
Reyhaneh

giovedì 7 agosto 2014

Edoardo 2 Bday



Ecco la carrellata di immagini del compleanno di Edoardo, tema Cars, decorazioni, torta e organizzazione fatta interamente da me.







Auguri piccolo principe!

 



Cuscini gusto nordico




Ho trovato su etsy dei cuscini bellissimi che volevo condividere con voi, 5CHomeDecor uno shop bellissimo con cuscini stupendi, fantasie meravigliose, gusto nordico e prezzi super buoni.
Ecco una mia selezione per voi, per farvi conoscere questo negozio. Io pensavo di prendere i primi due per la cameretta di Edo, stavamo pensando entro Natale di comprargli il letto da grandi e convincerlo ad abbandonare il lettone.








venerdì 18 luglio 2014

Come sarai da grande



Come sarai tu da grande? Io ti immagino alto e magro, con quell'aria scanzonata e divertita, di chi ti prende sempre in giro, per poi scoprirti affidabile, sincero, un uomo che crede nei valori, di quelli che si pensa non esistono più.
Indosserai le all star con la camicia bianca, sarai semplice ma ricercato e sempre elegante, con quel certo stile che ti renderà irresistibile alle donne. Avrai il ciuffo arruffato del papà e le lunghe ciglie della mamma, due occhi grandi e sinceri, con un sorriso contagioso. Avrai quella simpatia innata, che si appannerà talvolta, per quell'aria malinconica e incazzuta che avrai ereditato dal papà.
Spero che tu sorrida, tanto. E che le volte che piangerai non ti sentirai mai solo e saprai rialzarti e superare le difficoltà.
Amerai tante donne, ma la prima che ha amato te al primo sguardo è stata la tua mamma.
Quella mamma che ti aspetterà sveglia e non riuscirà a dormire pensandoti in non so quale discoteca, e magari tornerai alle 5 dopo aver passato la notte in macchina con una ragazza e avrai guardato l'alba dal finestrino appannato, bevendo semplicemente una birra.
Sarò una mamma che sa farsi dapparte e ti dirà vai e conosci il mondo.
Ti immagino sposato, papà e uomo d'affari. Ti immagino ingeniere, uomo di finanza, architetto, chissà perchè ti vedo in una posizione metodica a cui applicherai quel mix di follia e creatività.
Io amore mio ti vedo crescere forte, intelligente, sano e cocciuto, ma anche dolce e vorrei proteggerti dal male, se non ci riuscirò spero che tu considererai sempre la tua famiglia un appoggio che non ti abbandonerà mai e non ti farà mai sentire solo.
Per ora sogna piccolo mio, che noi vegliamo sui tuoi sogni e dipingiamo insieme a te la tua strada e il tuo mondo.

lunedì 14 luglio 2014

Countdown Bday 2



Ci stiamo avvicinando! I due anni sono dietro l'angolo e noi stiamo preparando la nostra festa al parco con tema Cars dato che lui adora macchine e motori. Questo è il set creato per l'occasione.. per altre anticipazioni... Stay Tuned!


giovedì 19 giugno 2014

S + R Wedding 12.12.12

Non a caso oggi per ricordarmi chi eravamo e dove vogliamo andare. La
stanchezza, la fatica, lo stress, la noia, ma siamo sempre Noi.
Inseparabili NOI.

martedì 27 maggio 2014

Scarpe cool per maschietti

Stiamo andando incontro alla stagione estive, quindi per i piccoli piedini andremo incontro a sandalini, ciabattine e hawaianas...ma queste scarpine per la mezza stagione quanto sono belle?? Dire che me ne sono innamorata a prima vista è poco! Vorrei scegliere un numero che potesse sfruttare da settembre, impresa ardua?






Potete trovarle qui Le Crownine
e qui Jarret

.

.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...